Le bellissime isole Tremiti

By | April 18, 2016

Non stupisce che le isole Tremiti vengano definite come un diadema a nord della penisola del Gargano. Ne avevo sentito parlare, ma non pensavo, fino alla decisione di trascorrervi le vacanze, che l’incantevole arcipelago e la sua costa frastagliata di cale, punte e scogli, catturassero sin da subito la mia attenzione, e l’ammirazione dei turisti a bordo del traghetto. Il panorama è così autentico e meraviglioso, da non riuscire a distogliere lo sguardo per immortalarlo. L’unica cosa che viene spontanea è respirare a pieni polmoni l’aria pulita, sentire il vento mite sulla pelle, e godersi lo spettacolo fino allo sbarco, sovrastati da un cielo terso trapuntato di gabbiani. Ho pensato che sarebbe stata l’estate più entusiasmante della mia vita, che avrei collezionato parecchi ricordi, profumati di storia, mare e natura, all’insegna del relax assoluto e della tranquillità più ambita. Ed in effetti, così è stato. Partendo dal porto di Termoli, basterà prendere uno dei tantissimi traghetti per le Tremiti, la traversata dura all’incirca un’ora, fino ad un massimo di due ore: il tempo necessario per calarsi nei panni di un turista curioso, ospite gradito, visitatore rispettoso. Eccole comparire all’orizzonte: San Nicola, San Domino, l’argillosa Cretaccio, Caprara, e la più distante Pianosa. Le prime due “perle dell’Adriatico” sono quelle più conosciute.

San Nicola rappresenta per i pochi abitanti, e per i turisti, il centro storico, religioso ed amministrativo dell’arcipelago; è infatti ricca di monumenti, torri e fortificazioni, muraglie e chiese antichissime, fra cui la chiesa di Santa Maria al Mare, consacrata nel 1045. La più estesa San Domino, invece, rappresenta il fulcro della vegetazione rigogliosa più affascinante della costa. L’isola, infatti, ricoperta da boschi di pino d’Aleppo e lecci, per la sua fertilità era stata definita dai monaci benedettini “Orto di paradiso”. Mai definizione più appropriata, essendo la più bella dal punto di vista paesaggistico-naturalistico. Lo straordinario scenario, un vero e proprio santuario naturale, occupa tutto lo spazio raggiungibile dallo sguardo: la bellezza eterea dell’acqua limpida, che riflette la luce del sole e custodisce l’ombra degli alberi incontaminati, fa riaffiorare alla mente emozioni e sensazioni perdute, o quasi dimenticate. Dopo la sistemazione in albergo, vien subito voglia di organizzare il tempo da trascorrere, le escursioni a cui prendere parte, e tutto ciò che è nelle proprie possibilità, per godere appieno dei servizi e delle attrazioni offerti dalle isole. Un soggiorno indimenticabile, coccolato dalla freschezza dei prodotti tipici del mare nostrum.