A cosa servono le recensioni

By | May 26, 2022

Acquistare online ha tantissimi vantaggi, ma anche lo svantaggio di non poter testare i prodotti e di poter valutare l’affidabilità dell’e-commerce che vogliamo selezionare. Per questo, nel processo di acquisto del consumatore, prima di prendere la decisione finale, c’è una fase di ricerca e conferma che quella che si sta  per prendere è la scelta giusta. In questo momento ciò che viene in aiuto sono le recensioni, il parere di altre persone che prima di noi hanno preso la stessa decisione e hanno avuto modo di provare un servizio o di toccare per mano il prodotto acquistato. Sapere che altri hanno già acquistato su un determinato shop online e si sono trovati bene, incrementa l’affidabilità dell’azienda e spinge l’utente a effettuare l’acquisto sul sito più serenamente e l’azienda a un’ecommerce growth. Al contrario, sapere che qualcuno si è trovato male, invece, può far desistere chi non è ancora abbastanza convinto della scelta che sta per prendere. Le recensioni positive si possono infatti considerare un vero e proprio attestato di stima verso un brand basato sul principio di riprova sociale.

Cos’è il principio di riprova sociale

Come detto, dietro le recensioni c’è il principio di riprova sociale, o social proof. Si tratta di uno dei principi psicologici annoverati tra i sei mezzi di persuasione. Alla base di questo pensiero c’è l’influenza che ha il comportamento della massa sul singolo individuo. Infatti, il pensiero di molti può influenzare quello di pochi. I fattori cardini di questo principio sono analogia, empatia e insicurezza. Infatti, più si è indecisi su qualcosa più ci si fa influenzare dal pensiero degli altri. E’ un meccanismo utilizzato da sempre nel marketing, ma con internet il suo uso si è notevolmente ampliato permettendo di mettere in evidenza i pareri di terzi tra i tanti punti di forza del brand. Le aziende possono sfruttare questa leva sì grazie alle recensioni che mostrate su un e-commerce o sulle pagine social influiscono positivamente sulle vendite, ma anche mettendo in evidenza i numeri – di acquirenti, di prodotti venduti, di iscritti alla newsletter, ecc. – che il business raggiunge e raccontando le storie di clienti che avevano un problema e grazie a loro hanno trovato la soluzione che cercavano. Gli utenti, invece, possono sfruttare le recensioni per informarsi sull’azienda, sui prodotti e sull’esperienza di acquisto in generale, senza però dimenticare che ogni persona è diversa e anche la percezione delle cose è soggettiva. Ragion per cui, bene affidarsi alle recensioni per prendere delle decisioni di acquisto, ma non alzare troppo le aspettative per non rimanere poi delusi nel caso in cui il servizio non sia davvero a 5 stelle.